Ipnosi, coach, cambiamento

Ti invito a vedere soprattutto la prima parte di questo video del Dott. Bruce Lipton, biologo che ha creato una sua teoria in cui il pensiero modifica il DNA e le creature invece di competere ( teoria evoluzionistica darwiniana) possono cooperare.

Ma non siamo qui per parlare di DNA.

Ascolta bene dall’inizio… Bruce sostiene che i genitori sono allenatori dei propri figli.

Ascoltare e vedere questo video svela la funzione della mente, ovvero trasformare le tue credenze in realtà.

Quindi quest video è importante sia se siete genitori, sia se non lo siete.

La conclusione che ci offre Lipton però, non è la mia. il Dott. Bruce ci suggerisce di utilizzare dei messaggi subliminali in cuffia per cambiare i nostri programmi inconsci. Io invece, e non solo io ovviamente,  sostengo che l’inconscio ci tutela da azioni che potrebbero provocarci dei dolori/problemi, quindi, come prima cosa, bisogna scoprire i programmi installati nell’infanzia che sono evidenziati dalle parole con cui ci descriviamo, e agire a livello conscio…

Mi rendo conto che questo discorso potrebbe essere un po’ campato in aria, se non sai di cosa sto parlando.

Quello che so è che i libri ci spiegano come cambiare, ma senza una guida, un coach, quello che cambiamo è solo la superficie, perchè capiamo a livello consapevole come migliorare la nostra vita, ma non modifichiamo i comportamenti che ci portano ad ottenere sempre gli stessi risultati.

Quindi non ho condiviso il video del Dott. Lipton per vendervi il suo audio subliminale, Dio me ne scampi, ma perchè dice cose utili da sapere, per tutti, l’ipnosi in cui la maggior parte del tempo siamo immersi.

Il fatto che cerchiamo nei libri le risposte quando quello che fa la differenza –  dopo la comprensione dei concetti illuminanti che ci fanno dire “Eureka, ho capito finalmente!” – è il cambiamento di un comportamento improduttivo. E’ elevare il livello del pensiero. E’ apprendere a vederci con occhi nuovi. E’ diventare consapevoli che tutto ciò che accade intorno a noi, non è oggettivo e reale ma è frutto del modo che abbiamo di osservarlo e del modo in cui interagiamo con il mondo esterno.

Ma allora,  se siamo sempre ipnotizzati come facciamo a modificare comportamenti, stati d’animo, risultati che non vengono?

Allenandoci con un coach.

Per fare un esempio: il genitore è il coach dei figli, Io il coach dei genitori.

Ovviamente non solo dei genitori. Ma devi ammetterlo, non c’è attività più difficile che essere genitore.

Cambiare può essere immediato, mantenere nel tempo quel cambiamento e trasformarlo in una abitudine è quello che fa la differenza. Una enorme differenza.

Alla prossima

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.