Sai perchè sei nato? Te lo spiega Joe lo svelto

8219444796_965d9c798f

Sono certa di avervi parlato di Joe lo svelto in un altro articolo.

Joe lo svelto è un tipo che non si perde in chiacchiere, quando vuole una “Pupa” ha un approccio senza tenerezze parte subito con un “Facciamo l’amore?” e alla replica “A casa mia o a casa tua?” Dato che si trova già in ascensore con la sua possibile partner risponde deluso”Troppo lenta!” e se ne va.

Ovviamente è un clichè sessista, sia chiaro, ma mi serviva per spiegare un concetto. C’è chi è molto lento a prendere decisioni e chi molto veloce. Nessuna delle due modalità ci garantisce un risultato certo, certe cose fanno parte di noi, poi si può crescere, maturare, cambiare, trasformarsi. Ma in questo caso la velocità, quando esplicito dei percorsi negli articoli, può risultare una crasi, ovvero una sintesi estrema in cui alcune parti vengono saltate a pie’ pari.

CONTINUA A LEGGERE

La felicità è facile? Micro-storia dello Studio Arte Equipe 66

173757825_d04a6dd342

Sull’esperienza con lo Studio Arte Equipe 66 ho scritto la mia tesi di laurea e apparentemente, dato che si occupava di attività socio-culturali, sembra non avere alcuna attinenza con un blog dedicato al lifecoaching e alla consulenza familiare.

Invece di attinenza ce n’ha un mucchio e una sporta.

Immaginate gli anni di piombo a Roma. Anni di attentati e di riflusso. Le persone non escono quasi di casa.

CONTINUA A LEGGERE

Settembre tempo di ricominciare… come?

125800205_3043a04055_z

Vacanze? Finite

Lavoro? Ricomincia

E noi? Siamo pronti?

Riapriamo le valigie, rimettiamo a posto i vestiti e le idee.

I nostri piccoli crescono. Quanto crescono! Sembra ieri che ancora non gattonavano e adesso ci parlano, anzi, se sono grandi altro che parlare!

Il  quotidiano tran tran ricomincia, con i ritmi che sappiamo e il nostro piccolo tesoro sta per rientrare al nido o fa un salto ancora più grande, entra alla scuola “dei grandi”.

CONTINUA A LEGGERE

Se vivi, le cose succedono

Una delle prime cose che ho appreso, nel mio percorso formativo è che noi siamo quello che diciamo di essere. Tutto quello che diciamo dopo “Io sono…”

Alla fine di un percorso di 15 giorni definii anche lo scopo della mia vita che era, ed è tutt’ora:

”Sono Susanna, lo scopo della mia vita è essere felice, gioire nel dare e riceve amore, sapendo che ogni giorno posso fare un passo in più!”

CONTINUA A LEGGERE

Congruenza o felicità?

5073374628_108f4601c8_n

Mi colpì anni fa la lettura del libro “Conversazioni con Dio” di Neale Donald Walsch, e anche alcuni video su youtube, in cui diceva:

”Se mangiare un panino col salame ti rende felice, mangialo!”

Così come il formatore con cui ho fatto il pratictioner e il master PNL, Andrea Favaretto, ti invita –  anche se sei vegetariano –  a mangiare carne se ti va una tantum , senza sentirti in colpa e soprattutto, senza smettere di pensarti vegetariano perché hai derogato ad una regola che ti sei auto imposto per motivi tuoi, che non stiamo qui ad indagare.

CONTINUA A LEGGERE